Uncategorized

Giornata Mondiale dei malati di lebbra

Fai della tua vita qualcosa che vale. La 59a Giornata mondiale dei malati di lebbra

Il 29 gennaio 2012 sarà celebrata la 59° ricorrenza della giornata voluta da Raoul Follereau per promuovere i diritti dei malati di lebbra

La locandina della Giornata mondiale dei malati di lebbra

Perché il malato di lebbra cessi di essere lebbroso, bisogna guarire quelli che stanno bene. Bisogna guarire quelle persone terribilmente fortunate che siamo noi da un’altra lebbra, singolarmente più contagiosa e più sordida e più miserabile: la paura. La paura e l’indifferenza che troppo spesso essa porta con sé.”
Queste sono le parole di Raoul Follereau che l’AIFO intende sottolineare in occasione della 59a Giornata mondiale dei malati di lebbra. 
Oggi la Giornata mondiale dei malati di lebbra continua a rappresentare per l’AIFO un impegno fondamentale per dar voce agli Ultimi. Ogni anno i volontari AIFO organizzano in tale giornata la distribuzione del Miele della Solidarietà, allestendo banchetti in centinaia di piazze italiane e coinvolgendo altre associazioni, istituzioni, cittadini.
L’AIFO ha compiuto questa scelta per incrementare il suo impegno nella creazione di rapporti basati sulla giustizia e sulla solidarietà.  
Tra le iniziative organizzate per la Giornata mondiale grande importanza assumono gli incontri di sensibilizzazione presso scuole, parrocchie ed altre istituzioni svolti in tutta Italia dai Testimoni della Solidarietà, persone direttamente impegnate nei progetti AIFO all’estero, che per l’occasione si fanno promotrici di consapevolezza presso la società civile, testimoniando il loro servizio agli Ultimi. La giornata sarà quest’anno dedicata al continente africano.

La 59a Giornata mondiale dei malati di lebbra gode del Patrocinio del Segretariato Sociale RAI e della collaborazione ufficiale di Banca Etica, AGESCI, GIFRA (Gioventù Francescana), SISM (Segretariato italiano degli studenti di Medicina), AIAC (Associazione Italiana Allenatori di Calcio) e della Lega Serie A.

 

 

QUI c’è il link del sito dell’AIFO per capire come funziona l’organizzazione.A mio parere il dossier sullo stato della lotta della lebbra nel mondo e l’intervista all’ambasciatore delle Nazioni Unite sugli studi in atto sul batterio M.Laprae sono parti davvero interessanti.

 

Egidio Candela-LORP

Giorgio Ciccarese-LORP ass

 

Lascia un commento